Affidamento condiviso dei figli, il “Rito Partecipativo”: Torino 11 marzo 2016

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Venerdì 11 marzo si è svolto a Torino presso il Tribunale “Bruno Caccia” il convegno che ha presentato la prassi procedurale per i procedimenti relativi ai figli di coppie non sposate, in uso presso il Tribunale di Milano.
Una procedura giudiziaria, dove la Sezione Famiglia del Tribunale di Milano ha fatto, come si dice in gergo, “di necessità virtù”. A fronte di un contenzioso sempre più numeroso, in seguito allo spostamento delle competenze dal Tribunale dei Minori al Tribunale Ordinario, Milano ha saputo valorizzare la risorsa professionale costituita dai Giudici Onorari di Tribunale, avvocati, esperti in diritto di famiglia, che ascoltano i genitori in udienza e con l’ausilio delle tecniche delle mediazione, lavorando in sinergia con i difensori delle parti, le aiutano a raggiungere
un accordo per l’affido dei figli.
In una realtà complessa come quella del conflitto familiare è necessario tenere conto di molte sfumature, e per poterle affrontare e sviscerare è necessario fare interagire saperi diversi all’interno di una stessa professione. Nelle udienze di rito partecipativo, le parti, in un tempo che viene messo a loro disposizione, raccontano la loro storia, e un Giudice Onorario, ascoltando le loro parole, analizzando i loro silenzi, le loro azioni, ponendosi in una posizione non giudicante, insieme ai difensori le
parti, aiuta i genitori a costruire il loro “piano genitoriale”.
Si profila dunque una realtà processuale dove il Giudice, è non solo un giurista abile nella logica e razionalità, ma anche nelle capacità relazionali, un giudice che interviene nel processo, dialoga con le parti, tiene ferme le redini della procedura, ed è in una posizione di prossimità alle più disparate realtà familiari.

Cristina Ceci (avvocato familiarista, mediatore familiare e giudice onorario di tribunale)

https://www.facebook.com/Rito-Partecipativo-affidamento-condiviso-dei-figli-mediante-accordo-256260924531419/?fref=ts

Affidamento condiviso dei figli: il “Rito Partecipativo.”

 

panel completo.JPG