STATUTO ASSOCIAZIONE ONLUS

CENTRO ANTIVIOLENZA BIGENITORIALE”

Art. 1

Ai sensi del Decreto Legislativo n.460/1997, e delle norme del Codice civile in tema di Associazioni, è costituita una Associazione denominata “Centro Antiviolenza Bigenitoriale” organizzazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus).

L’Associazione assume nella propria denominazione la qualificazione di Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, ovvero dell’acronimo “Onlus” che ne costituisce peculiare segno distintivo ed a tale scopo ne garantisce l’uso in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico.

.

Essa potrà istituire sedi o sezioni secondarie all’interno del territorio nazionale.

L’Associazione ha durata illimitata.

Art. 2

L’associazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale.

Essa intende operare nel settore dell’assistenza sociale e socio sanitaria di cui all’articolo 10, comma 1, lett. a), n.1) del D.Lgs. n.460/1997.

A tale fine, l’Associazione intende compiere ogni azione diretta a garantire il sostegno sociale e la tutela giuridica di soggetti versanti in accertate condizioni di disagio economico – sociale e famigliare, con particolare riguardo alle problematiche correlate ai conflitti genitoriali ed ai contrasti di affidamento.

In tal senso, l’Associazione si propone di valorizzare, tutelare e proteggere il ruolo primario della famiglia, prevenendo ogni forma di disgregazione e di violenza, nonché promuovendo l’importanza degli stessi nuclei famigliari con o senza prole, mono – genitoriali o bi – genitoriali.

L’Associazione intende, altresì, tutelare il corretto sviluppo psico – fisico dei minori sottoposti a disgregazione del gruppo parentale mediante l’affido condiviso paritetico bi genitoriale.

Per perseguire tali scopi l’Associazione potrà svolgere le seguenti attività:

– Organizzare e gestire servizi di tutela di soggetti, genitori e minori, sottoposti a violenze psico – fisiche, famigliari e sociali, senza discriminazione di sesso, età, nazionalità e stato economico;

– Istituire e gestire servizi gratuiti di consulenza tecnico – legale e Tavoli di concertazione in favore di genitori portatori di problematiche economico – sociali derivanti da condizioni di accertata disgregazione famigliare;

– Predisporre e realizzare, anche in collaborazione con Istituzioni, Enti e Centri di Ricerca, proposte di integrazione e rinnovamento della legislazione esistente per la Tutela dei diritti sociali del singolo e della famiglia, sia attraverso leggi di iniziativa popolare che attraverso proposte e rapporti con il contesto politico nell’ambito dell’iniziativa parlamentare;

– Istituire un Osservatorio permanente sulla Tutela del Minore, affinché gli organismi preposti agiscano nel rispetto delle legislazioni vigenti di ogni singolo Stato ed in osservanza dei principi di efficacia, efficienza e trasparenza. 

È fatto divieto all’associazione di svolgere attività diverse da quelle sopra elencate, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse.

Art. 3

L’Associazione ha sede in Rovereto ed intende operare in ambito provinciale e nazionale.